• Usa, nel 2018 aumenta coltivazione della soia

    Print

    In calo le piantagioni di mais

    Soia

    Negli Stati Uniti la superficie di terreno agricolo destinata alla coltivazione della soia dovrebbe raggiungere il valore record di 91 milioni di ettari nel 2018. Dovrebbe, quindi, eguagliare l’area destinata alla semina del mais. Lo comunicano gli analisti dell’Office of the Chief Economist del Dipartimento dell'Agricoltura degli Usa (Usda), come riporta un articolo pubblicato sul sito AgWeb, secondo cui anche l’organizzazione statunitense Pro Farmer stima che gli ettari coltivati con la soia saranno uguali a quelli coltivati con il mais, nonostante si aspetti complessivamente meno acri.

    “Negli ultimi anni il mercato chiedeva essenzialmente la soia – spiega ad AgWeb Matt Bennett, proprietario dell’azienda agricola Bennett Consulting, che si trova in Illinois -. Il rapporto tra il prezzo del legume è di 2,75: 1 rispetto a quello del mais, e questo suggerisce che la soia è sicuramente più redditizia del mais”.

    Per questo motivo, gli analisti si aspettano che diversi agricoltori sceglieranno di piantare più semi di soia rispetto al mais, e alcuni potrebbero persino considerare di piantare la soia subito dopo averla già coltivata. Nello specifico, nel 2018 i produttori statunitensi dovrebbero destinare 253,7 milioni di acri alle otto principali colture a file. Si tratta di 1,4 milioni di ettari in più rispetto al 2017, e ciò potrebbe significare che gli agricoltori sono alla ricerca di alternative al mais.

    Tuttavia, ridurre le piantagioni di mais potrebbe non sempre rappresentare la soluzione giusta, secondo Bennett. L’esperto sottolinea che in Iowa, nel Nebraska o negli altri stati in cui il mercato dei mangimi o dei biocarburanti è molto forte, il mais potrebbe ancora costituire la scelta migliore. Prima di prendere una decisione, consiglia Bennett, occorre quindi valutare la strategia più conveniente.

    red. 12-01-2018 Tag: soiaagricolturaUsamaisCOLTURE
Articoli correlati
  • I vantaggi in numeri delle colture Ogm

    L’impiego degli organismi geneticamente modificati (Ogm) in agricoltura ha generato vantaggi sociali, sanitari, ambientali ed economici. È quanto emerge da due studi pubblicati sulla rivista GM Crops & Food da Graham Brookes e Peter Barfoot, due...

    20-10-2018
  • Igc, in aumento produzione globale di cereali

    Nella stagione 2018-19 la produzione totale di cereali dovrebbe raggiungere i 2.072 miliardi di tonnellate. Si tratta di un valore inferiore rispetto ai 2.095 miliardi di tonnellate raccolti nel periodo 2017-18, ma superiore ai 2.063 miliardi di tonnellate...

    19-10-2018
  • Agricoltura, nel II trimestre 2018 crescono valore aggiunto e occupazione

    Nel secondo trimestre del 2018 il settore agricolo, dopo sei flessioni consecutive del valore aggiunto, registra una ripresa dello 0,3% su base annua. È quanto emerge dal rapporto: “AgrOsserva - La congiuntura della filiera agroalimentare - II...

    17-10-2018
  • Trasformare sistema alimentare per nutrire le persone e salvare il pianeta

    Per nutrire la popolazione mondiale in crescita e per salvaguardare il pianeta occorre trasformare il sistema alimentare, in modo da renderlo più sostenibile. Lo ha affermato José Graziano da Silva, Direttore Generale dell’Organizzazione...

    11-10-2018
  • Assalzoo, una strategia di filiera per rilanciare la produzione del mais italiano

    L'obiettivo di risolvere la crisi che attanaglia il settore maidicolo è condivisa da tutti gli attori del comparto agroalimentare e da uno di questi è arrivato un primo passo concreto in questa direzone. Assalzoo, l'Associazione Nazionale tra i...

    10-10-2018