• Export agroalimentare, toccati i 10 miliardi di euro nel primo trimestre 2018

    Print
    Prosciutto salumi %c2%a9 nolonely   fotolia.com

    Export italiano ancora in espansione. Dopo i risultati molto soddisfacenti del 2017, che si è chiuso con un incremento del 6,8%, si confermano i numeri positivi anche nel 2018. Il primo trimestre, infatti, ha fatto registrare un aumento del 3,3% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. A comunicarlo è l'Ismea, l'Istituto di Servizi per il mercato agricolo alimentare. 

    Le vendite all'estero dei prodotti agroalimentari italiani hanno raggiunto in questi tre mesi 10 miliardi di euro. La performance del settore è risultata migliore di quella dell'intero export nazionale, cresciuto del 2,6% per un volume di 105 miliardi di euro.  

    Si consolida dunque il made in Italy. L'espansione va avanti infatti da diversi anni: negli ultimi cinque l'export agroalimentare ha aumentato il suo valore del 22% chiudendo il 2017 con oltre 41 miliardi (circa il 2,3% del PIL nazionale). A dominare era stato l'export agroalimentare, con un aumento del 7,5%. 

    Per quanto riguarda le importazioni, sempre nel primo trimestre 2018, è stata registrata molta meno vivacità: gli acquisti dall'estero si sono mantenuti stabili, a circa 11 miliardi di euro. La differenza è quasi nulla: -0,3% rispetto al primo trimestre 2017, con un aumento del 3,3% delle importazioni totali. 

    Migliora pertanto il saldo della bilancia commerciale: sempre su base tendenziale, il disavanzo è sceso a poco più di 1 miliardo di euro, consentendo un recupero di circa 350 milioni di euro.

    redazione 22-05-2018 Tag: exportagroalimentaremade in ItalyIsmea
Articoli correlati
  • Carni bovine, mercato europeo mostra incertezze

    Nonostante la tenuta dei consumi, il mercato europeo delle carni bovine presenta numerose incertezze. Lo rivela il rapporto: “Tendenze bovino da carne” pubblicato dall’Ismea (Istituto di servizi per il mercato agricolo alimentare), secondo cui...

    14-01-2019
  • Dop e Igp, confermato primato mondiale dell’Italia

    Anche nel 2018 l’Italia conserva il primato mondiale per numero di prodotti Dop (Denominazione di origine protetta) Igp (Indicazione geografica protetta) e Stg (Specialità tradizionale garantita). Lo rivela la sedicesima edizione del “Rapporto...

    16-12-2018
  • A novembre salgono prezzi della soia, scendono quelli del mais

    Rispetto allo scorso anno, le quotazioni della granella nazionale di mais sono aumentate dell'1%: la campagna di commercializzazione 2017/18 si è chiusa al prezzo medio di 178,04 euro/t. È quanto emerge dal rapporto: “Mais e Soia: tendenze e...

    01-12-2018
  • Ogm, Ministero della Salute: nessuna criticità sugli alimenti prodotti in Italia

    Nessuna “non conformità” rispetto alla normativa sugli Ogm dei prodotti alimentari del mercato italiano e soli tre casi in quelli importati. Il ministero della Salute ha pubblicato i risultati relativi ai controlli sulla presenza di organismi...

    28-11-2018
  • Antibiotico-resistenza: le cinque sfide per il settore agroalimentare

    Il settore agroalimentare può contribuire a fermare l’antibiotico-resistenza. Lo afferma l'Organizzazione per l'alimentazione e l'agricoltura delle Nazioni Unite (Fao) in occasione della “Settimana mondiale sull'uso consapevole degli...

    24-11-2018