• Export: per i consumatori cinesi gli alimenti europei sono più sicuri di quelli locali

    Print
    Prosciutti

    Sicurezza e qualità. Il cibo europeo importato in Cina, secondo gli stessi consumatori cinesi, è sinonimo di affidabilità e pertanto i produttori europei dovrebbero puntare anche su questo per incrementare gli scambi commerciali con Pechino. È quanto emerge da una ricerca della Newcastle University (Regno Unito) pubblicata su Plos One.   

    La sensibilità dei consumatori cinesi è aumentata dopo le frodi alimentari che si sono verificate negli ultimi anni. Tra queste alcune sono state anche molto gravi e persino fatali, come lo scandalo del latte contaminato alla melamina che ha causato il decesso di sei bambini, l'avvelenamento di altri 300 mila e 54 mila ospedalizzazioni.  

    Nonostante l'introduzione di una regolamentazione più ferrea della sicurezza alimentare, i consumatori cinesi sono ancora sospettosi sui prodotti alimentari locali mentre quelli che arrivano dall'Europa godono di una stima diversa. Continuare ad assicurare la qualità e la sicurezza dei prodotti esportati dal Vecchio Continente nel Paese asiatico è importante perché si traduce in ulteriori opportunità commerciali. 

    Secondo i ricercatori le aziende hanno a disposizione diversi strumenti per soddisfare le esigenze dei consumatori cinesi come garanzia di valore e sicurezza dei prodotti alimentari esportati. Ad esempio dovrebbero far risaltare al meglio in etichetta il Paese di origine; puntare sulle certificazioni, i marchi e le indicazioni geografiche protette anche per sfruttare al meglio il legame con il territorio di provenienza; evidenziare sul packaging i simboli di autenticità che rendano il prodotto altamente affidabile perché difficile da falsificare.  

    Investire su questi aspetti – concludono i ricercatori – significa aggiungere valore ai prodotti esportati per i quali i consumatori cinesi sono disposti a pagare qualcosa di più.

    redazione 24-05-2018 Tag: Cinaexport
Articoli correlati
  • Comunità Europea, top trader dei prodotti dell'agri-food

    Nel 2017 il valore degli scambi commerciali europei di prodotti agroalimentari ha raggiunto i 255 miliardi di euro, facendo conquistare all’Unione Europea il primato di maggiore esportatore e importatore mondiale di questi beni. Lo evidenzia il rapporto:...

    12-06-2018
  • Export agroalimentare, toccati i 10 miliardi di euro nel primo trimestre 2018

    Export italiano ancora in espansione. Dopo i risultati molto soddisfacenti del 2017, che si è chiuso con un incremento del 6,8%, si confermano i numeri positivi anche nel 2018. Il primo trimestre, infatti, ha fatto registrare un aumento del 3,3% rispetto...

    22-05-2018
  • Giovanni Epifani: “Necessaria una riforma radicale della PAC”

    Il settore agroalimentare svolge un ruolo importante nell’economia italiana. Quali sono le azioni principali, in un’ottica di legislatura, da compiere a livello di mercato interno per migliorare la capacità produttiva e la competitività...

    28-04-2018
  • Soia, la (possibile) rivoluzione dei flussi commerciali

    La guerra dei dazi tra Usa e Cina potrebbe rivoluzionare gli scambi commerciali della soia a livello globale. Secondo un editoriale pubblicato su Reuters, non è detto che la riduzione delle esportazioni in Cina del legume prodotto negli Usa costituisca...

    19-04-2018
  • Usa: mais destinato all’export è di qualità elevata

    La qualità del mais statunitense destinato alle esportazioni è elevata. Lo evidenzia il rapporto: “Corn export cargo quality report” pubblicato dall’ U.S. Grains council (Usgc), secondo cui il cereale prodotto negli Stati Uniti...

    13-04-2018